Visualizzazioni totali

mercoledì 5 gennaio 2011

Le pagine si incollano alle dita. Le dita scivolano sulla lingua. Le immagini si incollano sulla mente. Il cervello scivola per terra. Sono pagine nere che snelliscono le parole. Seta.

Sex is not the answer. Sex is the question. Yes is the answer.

Avrei dovuto sventolare un bigliettone sotto il naso del capo cameriere. A New York, ragazzi, è il denaro che parla - senza scherzi. In un posto barboso come questo non ci resisto, se sono perfettamente sobrio. Non ci può schizzare dentro un po' di rum o qualcosa del genere?

giovedì 2 dicembre 2010



La magnificenza di questo pezzo.
La superiorità di Chris Cunningham.
Trovo questo remix dei Funkstorung straordinario, quasi più del pezzo stesso. Perchè "All is full of Love" è bianco, è anarchico, è straordinariamente elettrizzante e scalcia, sì, come se tutto il resto fossero semplicemente degli indumenti sporchi da spostare verso lo stipite della porta. Prima o poi incominceranno a darti fastidio e per forza di cose dovrai eliminarli definitivamente. Ma lui no, lui rimane lì. E' eternamente fastidioso, come un microcip malfunzionante, come una corda stonata, come un collant nero. Ma accompagna la notte e la striscia per terra, la prende per mano ma poi la sbatte contro a una pietra. C'è una modella dal trucco sbavato, capelli perfetti, gambe ondulanti, labbra sottili che striscia per recuperare quei quindici minuti di notorietà che non saranno però gli ultimi, perchè si sa, quando torna il domani tutto ricomincia da capo. E il pezzo va avanti in loop.
Si è verificato un errore nel gadget